SEE YA! London, I am in Lisbon now! <br> <br> I Love you so and I need a MOOD board to explain what you mean to me!<br> <br> A presto mia adorata | meetyourMOOD

09 June 2017

SEE YA! London, I am in Lisbon now!

I Love you so and I need a MOOD board to explain what you mean to me!

A presto mia adorata

Just arrived in Lisboa but still thinking about my beloved London !


A chi mi chiede 'Perchè Londra?' ecco la mia amata London,  colori e profumi inclusi.

C'è una cosa che Londra mi ha insegnato: a divertirmi, ad apprezzare di più la persona che sono, senza voler piacere a tutti. Mi ha insegnato che il segreto è nel presente, non nelle assenze.

Londra è una città nuvolosa, immensa e discreta, per conoscerla le devi dedicare del tempo, è da ascoltare in silenzio e vivere intensamente sapendo che ogni giorno potrebbe stupirti. Devi attraversarla in bicicletta da un polo all'altro, mille volte e in ogni stagione, seguendo la strada più lunga. E' bellissima anche quando piove e stupenda di notte. E' una città che non giudica, che sorride a tutti, ma solo se ti appresti a lei senza preconcetti, con mente libera si aprirà a te, è una città che arrivata ai trenta sta ancora esplorando le possibilità, Londra è come me.









The Japanese House on until June 25th

Field day || can't wait for next edition, so much fun!

Wellcome Collection

Tate Modern || Membership very recommended if you love contemporary and modern art, so many events going on!

OYBO untuned socks, italian independent brand, the way I like it!

IZIPIZI screen glasses >>> so much love <3 a="">


Sono triste, quelle persone che giudicano e accusano sempre, demonizzano a priori e insultano persone senza conoscere la loro storia mi rendono triste, molto. Mi spiego, mi riferisco al fatto della mamma che ha gettato il neonato dalla finestra, alla mia riscoperta socialità su fb, e alla mia maestra preferita delle elementari, la Maestra Emilia, persona che ho sempre ammirato dai tempi e che qualche giorno fa ha esordito su Facebook con un link e commento "Non sei degna di essere chiamata mamma. Che il rimorso ti accompagni x tutti i tuoi giorni!!!!!!!!!!!!!", io ci sono rimasta male e per la prima volta, che io mi ricordi, mi sono lasciata coinvolgere in una corrispondenza di commenti tra me,  lei e le altre commentatrici.

Ma allora, sono io un essere umano speciale o ci vuol poco a capire che una persona che arriva a compiere un gesto tale non è certamente un mostro, come tanto l'hanno definita, un errore, una vergogna ad essere denominata madre, meritevole solo di rimorso eterno?

Poi la mattina successiva, puntualissima è arrivata la spiegazione più ovvia, è una donna che sta male, una donna che attraversa delle difficoltà psicologiche e non è stata seguita, non è ascoltata, non è guardata con attenzione ne capita.  In inghilterra, per aggiungere carne al fuoco, il servizio psicologico è gratuito, considerato dalla sanità come un problema da risolvere prontamente, come qualsiasi problema fisico. È un investimento, per una società migliore, perchè se le persone stanno bene, il Paese vive meglio, ed è in grado di affrontare le difficoltà con dignità e senso di comunità. 

Mens sana in corpore sano, dicevamo noi, latini, un tempo impossibile da considerare il nostro passato, di mostri ormai.

Qualche giorno fa ero al Field Day, non abbiamo avuto paura e siamo andati, migliaia di persone al sole, circondati dalla musica, in un parco in centro città, il Victoria Park. Nel frattempo verso la fine, poco distante da dove ci trovavamo, in London Bridge, si stava scatenando un altro inferno, l'ennesimo ormai e a Torino la gente correva durante Juventus-Real Madrid, in preda al terrore, causando feriti.

Siamo vivendo un tempo difficile, complesso perchè ancora incompreso, perchè presente e ambiguo, ma non possiamo dimenticare cosa è stato il nostro passato e tutte le agonie che hanno segnato l'umanità, e che abbiamo superato. Ogni generazione ha le sue paure e le sue sfide, siamo arrivati all'oggi, stiamo vivendo il tempo in cui ci avviciniamo al momento in cui, per la prima volta nella storia dell’umanità, il numero di adulti di età pari o  superiore  a 65  anni  supererà  quello  dei  bambini  al  di  sotto  dei  5  anni.  Entro  il  2050, il  numero degli adulti in questa fascia di età supererà quello dei bambini al di sotto dei 14 anni (...). Questo è possibile grazie alle scoperte che abbiamo fatto, al lavoro condiviso, all'impegno e alla dedizione di molti nell'individuare problemi, indagarne le cause e trovarne le soluzioni, questo non sarebbe stato possibile se ognuna di queste persone avesse puntato il dito e inflitto un'accusa. 

Allora forse potremmo fare uno piccolo sforzo anche noi? Ognuno nel proprio piccolo intendo, di cercare la motivazione per aiutarci, senza bisogno di scienza e tecnologia, ma semplicemente stando uniti e credendo in un futuro migliore. Facendoci la guerra non progrediamo, inneschiamo esattamente lo stesso meccanismo di odio che ci sta causando la paura di andare ai concerti, possiamo invece creando e apprezzando il bello, tendendo la mano invece che puntando il dito.

Io adoro il design, la pittura e la fotografia, e solo immergendomi in colori e luci ho trovato una serenità che non sapevo dove fosse nascosta. Ho capito che dovevo diventare più leggera e farmi trasportare dalla brezza.

Ho meno paura.

No comments:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...