meetyourMOOD: YELLOW SUBMARINE è un MOOD! per chi ha nostalgia degli anni '60

13 luglio 2016

YELLOW SUBMARINE è un MOOD!

per chi ha nostalgia degli anni '60

Ho iniziato ad ascoltare i The Beatles quando avevo 13 anni: ogni viaggio in camper era accompagnato dalle loro raccolte di canzoni, il disco blu e il disco rosso.
La mia preferita è I want to hold your hand, ma adoro cantare Come together e Help!
Insomma, sono un'appassionata: da sempre dico che se fossi stata giovane negli anni '60 sarei di certo stata una groupie. E invece niente...sono stata giovane nell'epoca delle Spice Girls, ascoltando i Beatles.
La casa Yellow Submarine è perfetta per chi come me vorrebbe aver vissuto gli anni dei Beatles, per chi adora le loro copertine, il loro look studiato nei minimi dettagli, e per chi accetta che siano stati in qualche modo costruiti a tavolino, perché per le cose belle spesso ci vuole uno studio attento e rigoroso.
Ho immaginato un salotto in MOOD Yellow Submarine, con rimandi continui alla storia del mio gruppo preferito, per chi li conosce bene, e li ascolta spesso, nei momenti spensierati della giornata, quando tutto sembra più colorato di quanto non sia.
▽ Giradischi Crosley
▽ Lampadari Forbidden Fruit by Glimpt ▽
▽ Sedia Panton by Verner Panton for Vitra ▽ 

Per la MOODboard Yellow Submarine non potevo non inserire un giradischi: quelli di Crosley sono all'ultima moda; estetica vintage e tecnologia moderna, per una valigia perfetta anche per i piccoli spazi.
Per tornare agli anni '60 ho scelto la Panton Chair, disegnata da Verner Panton nel 1960, l'anno della formazione del quartetto inglese, e prodotta da Vitra nel 1967, l'anno di Lucy in the sky with diamond.
Infine, ero alla ricerca di una lampada dedicata a una delle loro canzoni più belle, Strawberry Field Forever, e ho trovato Forbidden Fruit, le lampade in ceramica prodotte in Sud Africa dal team svedese Glimpt, che sviluppa oggetti di design nei Paesi poveri, coinvolgendo nel progetto di creazione gli artigiani locali. Date un'occhiata al sito: io mi sono innamorata, del concept e del risultato finale!

Immagino perfettamente questo living, al ritmo di musica e con le finestre sempre aperte, per respirare un'aria di pace e tolleranza, tra immagini psichedeliche e discorsi onirici, come in Across The Universe, il film musicale di Julie Taymor, che ho adorato e che vi consiglio.

Buon resto della settimana MOODers,
un abbraccio,

Carlotta 

 

Nessun commento:

Posta un commento

Se lasciate commenti vi risponderò, con calma ma vi risponderò, promesso!

Drop me a message! I promise I will get back to you asap.

▼ ▽ ▼ ▽ ▼

Tessy

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...