meetyourMOOD: Piani a induzione per cucinare come chef stellati con Electrolux si può

19 giugno 2015

Piani a induzione per cucinare come chef stellati

con Electrolux si può

Buon Giorno amici di myM,

chi ci segue sui social sa che domenica scorsa sono stata al Taste of Milano. Chi non ci segue sui social si starà chiedendo di cosa si tratta. Eccovi accontentati: il Taste è un evento milanese dedicato all'alta ristorazione; è la possibilità di assaggiare i piatti di chef stellati scegliendo all'interno di un menù di 200 portate; è un idillio per il palato. Cinquanta ristoranti, un'area showcooking e soprattutto un'area workshop, nella quale ho imparato a fare i pancakes (occhi a cuore).

Piccolo approfondimento: odio cucinare, soprattutto se sono sola. Se scaldare gli avanzi non può stare alla voce "cucinare", posso ammettere di saper cucinare pochissime pietanze. Per darvi un ordine di grandezza, direi che le dita di due mani bastano e avanzano.
Nonostante questa difficoltà insormontabile, sono una progettista e come tale mi trovo a progettare cucine, che peraltro considero il fulcro della casa. Credo che la buona progettazione di una cucina derivi dallo studio dei movimenti che la persona compie all'interno di un ambiente, dall'analisi della funzionalità, dei tempi, delle modalità. Bisogna capire le abitudini della persona in cucina e progettare lo spazio più adatto a lei, nella forma e nel MOOD.
Il Taste of Milano è stato per me un'occasione per conoscere meglio il mondo del food e per osservare attentamente i movimenti degli chef.
Inoltre, siccome siamo in fase di progetto per la casa di un cliente che vuole una cucina superfunzionale, ne ho approfittato per fare due chiacchiere con lo chef.


Ecco allora che torna la nostra rubrica MEET how to, con un capitolo dedicato ai sempre più diffusi piani cottura a induzione.

La cottura a induzione sfrutta le correnti magnetiche generate dalle bobine del pianto affinché sia il fondo della pentola a riscaldarsi e non il piano cottura. Il piano a induzione è utilizzato in quasi tutte le cucine degli chef stellati perché permette di impostare la temperatura di cottura della pietanza e evita dunque la regolazione della temperatura già in fase di cottura.

Vediamo quali sono i vantaggi e gli svantaggi di uno strumento come questo:

I VANTAGGI
Risparmio energetico
L'energia utilizzata genera calore solo dove serve e quando serve (nel momento in cui la pentola viene tolta dal piano, la reazione magnetica si interrompe). I piani a induzione hanno un rendimento superiore al 90% il che ci porta al vantaggio seguente
Risparmio di tempo
Bastano 3 minuti per portare ad ebollizione un litro d'acqua; inoltre molti piani a induzione consentono lo spegnimento automatico temporizzato.
Semplicità di pulizia
Il piano è in vetroceramica, semplice da pulire, liscia e priva di ostacoli: addio griglie incrostate!
Sicurezza
Il piano a induzione è più affidabile del piano cottura a gas e, non riscaldandosi, evita tutti i rischi accidentali che possono verificarsi in cucina, come le scottature per il contatto con il piano. Inoltre, il piano cottura smette automaticamente di produrre calore se viene a contatto con un liquido che fuoriesce dalla pentola o nel caso ci si dimentichi, ad esempio, di spegnerlo, oppure, ancora, se la pentola è vuota o inadatta perché non è del materiale metallico giusto.
Precisione
Potendo regolare la potenza con la massima precisione e flessibilità, si garantisce una temperatura perfetta sia per cotture che richiedono una potenza elevata sia per quelle molto delicate, riducendo il rischio che i cibi si attacchino o si brucino. La piastra a induzione è ottima per le fritture: la temperatura si può impostare manualmente tra 120° e 180° e l'olio si mantiene alla temperatura ideale senza dover alzare e abbassare i fuochi continuamente.
► Comodità
Il piano a induzione non si scalda se non nelle parti a contatto con le pentole. Questo significa che utilizzandone solo una parte, il resto diventa un piano di lavoro liscio e comodo da usare, senza griglie che fanno scivolare i contenitori e senza fuochi che rischiano di far bruciare carta o stoffa.

ATTENZIONE
 La pentola deve avere un fondo in acciaio o in ferro, ma se siete affezionati alle pentole in rame o in ceramica della nonna, esistono dischi adattatori per l'induzione a costi più che accessibili.
Per sapere se le pentole e padelle che avete in casa sono adatte al piano a induzione potete utilizzare un magnete come quelli che si attaccano allo sportello del frigorifero: se il magnete rimane attaccato sotto al fondo della pentola, la pentola è perfetta! Se invece siete in fase di shopping compulsivo e volete comprare anche le pentole nuove, verificate che sul fondo ci sia disegnata una spirale.

GLI SVANTAGGI
 Vi sembrerà assurdo, ma non abbiamo trovato svantaggi. Del resto se gli chef utilizzano questo tipo di piano ci sarà un motivo valido, no? 

Al Taste of Milano Electrolux ha messo i suoi prodotti a disposizione di tutti gli chef presenti alla manifestazione e ha allestito la zona showcooking e anche il laboratorio nel quale ho preparato i miei pancakes.
I piani cottura Electrolux, così come i forni a vapore, danno la possibilità di portare a casa una cucina professionale; Electrolux è infatti l'unico gruppo al mondo ad avere competenza sia nel settore domestico sia in quello professionale. Questo permette all'azienda di tradurre l'esperienza acquisita lavorando con i più importanti chef al mondo nella capacità di sviluppare elettrodomestici per la casa di altissima qualità, in una catena di ricerca e evoluzione continua.
Insomma, se volete cucinare come solo i veri chef sanno fare, forse dovreste pensare a un investimento in tecnologia!

Ora vi lascio, 
ci vediamo la prossima settimana con un MOOD che mi metterà molto in difficoltà.
Curiosi?
Stay tuned!

Carlotta













Nessun commento:

Posta un commento

Se lasciate commenti vi risponderò, con calma ma vi risponderò, promesso!

Drop me a message! I promise I will get back to you asap.

▼ ▽ ▼ ▽ ▼

Tessy

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...