Un weekend a Operae: il festival del design indipendente | meetyourMOOD

01 November 2014

Un weekend a Operae: il festival del design indipendente


Buon Giorno amici di myM, buon giorno Tessy,

l'autunno è iniziato da un bel pezzo, e la nostra rubrica summerMOOD ha chiuso i battenti.
Durante l'estate ci siamo però accorte che raccontarvi un po' di noi su questo blog così tanto interiorcentrico è un modo per conoscerci e farci conoscere...cambio di programmazione quindi: summerMOOD lascia spazio a autumnMOOD (ogni ultima settimana del mese su questi schermi).


Come sapete, il weekend del 10 ottobre sono stata a Torino, per partecipare a Operae, fiera del design indipendente.
Nelle scorse settimane abbiamo conosciuto molti dei designer di Operae grazie alle interviste MOODscanning. Abbiamo deciso di parlare di loro, non dei loro prodotti, delle loro passioni e non del loro lavoro, per conoscerli un po' meglio, per provare a capire dove si insinua la creatività di un designer indipendente. L'abbiamo capito? Non lo so. So però che io mi sono divertita da impazzire.
L'intervista è stato un ottimo pretesto per capire che tipi sono, non solo grazie alle risposte, ma anche grazie al loro approccio.
Comunque, di loro ne abbiamo parlato fin troppo...oggi voglio raccontarvi le mie impressioni e tutto ciò da cui sono rimasta piacevolmente colpita.

Vi presento, in ordine sparso:

Less is HOME, gli oggetti in cemento di Claudio e Desiree
Sottobicchieri/piastrelle, vasi, svuotatasche, tutto in chiave "less is more", tutto in chiave "la semplicità è un punto di arrivo". Io li ho adorati.

Gumdesign, il percorso evolutivo dell'uomo raccontato attraverso il marmo
12 oggetti che riportano il marmo all'interno della nostra quotidianità, 12 oggetti che uniscono il marmo con altri materiali, 12 oggetti che si lasciano osservare in modo impeccabile.


Mindmadeindesign, piastrelle che raccontano le due facce della Sicilia
Da un lato crochet, che ci riporta alla tradizione, al tavolo della nonna, alla famiglia, al piacere delle cose belle, dall'altro arabica, pietra e oro, una tradizione completamente diversa, ma altrettanto affascinante.


Federico Peri Studio, l'arredo moderno che non perde la bellezza di un tempo passato
I 4 complementi presentati da Federico Peri sono eleganti, di un'eleganza che sembra arrivare dal passato, un passato bellissimo.


Mr Nico,
Minimali, eccentrici, leggeri, particolari, gli accessori mr nico risolvono moltissimi outfit, e posso dirlo perché mentre scrivo sto indossando una loro collana.


Nina and other little things, per raccontare ai più piccoli la bellezza della semplicità
Gli oggetti di Nina sono uno più carino dell'altro, piacciono ai più piccoli e ricordano ai più grandi di non smettere di mai giocare.


Dream Circus Project, la bellezza di poter regalare un sogno.
Un progetto itinerante, che porta i sogni in giro per l'Europa; ho lasciato un sogno e ne ho ricevuto uno in cambio, non so di chi sia, so che mi piace portarlo con me.


KMZEROdesign, la bellezza della flessibilità
Una cucina leggera, trasportabile, smontabile e rimontabile; una cucina per una giovane coppia che ama il design e che ancora non sa quale sarà il suo futuro.

Ecco, queste sono le cose che mi hanno più colpito, che mi hanno affascinato. Il nostro capitolo Operae si chiude: ci rivedremo l'anno prossimo!

Ultime riflessioni:
Non tutti i designer indipendenti sono educati
Io: "Se vuoi ti lascio un po' di tempo per rispondere: vado a fare un giro e torno" Designer: "Se no vai a fare un giro senza tornare"

Non tutti i designer indipendenti hanno una testa
Io: "Ti lascio l'intervista, poi nei prossimi giorni passo e la ritiro" Designer: "Scusa, ma proprio non ho testa"

Non tutti i designer indipendenti sono attenti
A Operae: "Ops, ho perso il foglio...ora scusa ma devo parlare con una signora" Dopo due giorni messaggio promozionale e press release via mail con il seguente incipit "Cari Carlotta e Tessy"

Non tutti i designer indipendenti sono indipendenti
"No, ma io non so come fare a mettere la foto con l'hashtag. Non è che potresti farlo tu?"

Buona serata,

Carlotta


No comments: