Il mio bed and breakfast in Liguria è un MOOD | meetyourMOOD

16 August 2014

Il mio bed and breakfast in Liguria è un MOOD

Buon Giorno amici di myM, buongiorno Carlotta,

Ci eravamo lasciati che ero appena arrivata a Cairo Montenotte e sono ancora qua! Un altro anno di Cairo Medioevale e tante ore passate in famiglia, evento da calendario di questi tempi, e di cose ne sono successe: mio fratello è partito per il suo viaggio in bicicletta, io e mia mamma abbiamo fatto un banchetto a un mercatino dell'usato tra le mille risate, conoscenze interessanti e acquisti (si, lo ammetto abbiamo concluso la giornata in netta perdita, ma abbiamo guadagnato una splendida giornata e tanti tesoretti) insieme a ore ed ore di intenso lavoro... ma, a proposito di mia mamma, oggi vi voglio parlare proprio di lei, la Enri, fonte d'ispirazione e vera forza della natura. Entusiasta, sorridente, sempre pronta ad ascoltare, ama i colori, i fiori, è curiosa, legge e parla con tutti -e in qualunque lingua al motto di "l'importante è capirsi!" ma, soprattutto vi voglio parlare del suo sogno...

Fin da ragazza ha sempre desiderato avere un agriturismo, con cavalli, i suoi animali preferiti, liberi, selvaggi e dolci come lei, comprensivi e intelligenti, in Nuova Zelanda, detta il sogno giovanile, luoghi sconosciuti e affascinanti. Crescendo, recita il proseguo del sogno, l'agriturismo si è spostato nel sud della Francia, in Provenza in particolare, luogo di ricordi, musica e natura, ma ecco che la realtà e la fantasia, come spesso avviene, ha cambiato le carte in tavola e il luogo prescelto, per ora ma non per sempre, conoscendo la sua irrefrenabile voglia di novità, è diventato Cairo Montenotte. Aprire un B&B è diventato prerogativa di tutta la famiglia. Il luogo: la casa dei miei nonni, una villetta in centro città dalle vesta vittoriane, simmetrica e decorata, col giardino in cui Shaq e Fully corrono e salutano gli ospiti e B, C, e D, due galline e un gallo, si inseguono nella gabbia e svegliano con il loro chicchirichì.

Ed è così che, dopo una settimana dietro il mio salotto genovese, qui, anche la casa dei miei genitori ha occupato le mie vacanze estive (e ne avremo ancora per giornate intere). Dopo qualche riflessione e parole sul da farsi, ho definito un progetto di massima con le questioni logistiche: quale stanza, dove, perchè, sole, isolamento (si parla comunque di una casa di fine 800 e le questioni normali non sono mai banali), ingombro dei mobili indispensabili e un minimo di selezione colori, ci siamo messi tutti al lavoro, partendo dalla mansarda. Non potete immaginare la quantità di regali dal passato arrivi dallo smontaggio di una soffitta, da riempire occhi e cuore...


Fare un B&B in Liguria (si, ogni regione ha il suo statuto) prevede innanzitutto di leggere pagine e pagine di regolamenti, alcuni discutibili ma certamente da non sottovalutare, come per esempio il discorso della somministrazione di alimenti: rigorosamente preconfezionati ... mmmmm sadness

Abbiamo scelto di affidarci al sito airbnb, ho conosciuto un po' di persone che lo usano: mi piace molto il fatto che mandino un fotografo di zona di fiducia per le immagini da inserire nel sito, traduzione automatica in 25 lingue, facilità di gestione... non vedo l'ora di cominciare e sono sicura che sarà una bellissima esperienza per tutti noi! Ma vi chiederete: cosa offre la nostra zona? Per cominciare, la cittadina è piccola ma confortevole, a 20 minuti dal mare, a un passo dalle campagna e a 50 minuti dalla montagna, abbiamo un castello, che ho visitato per la prima volta dopo le ristrutturazione qualche giorno fa, hanno fatto un lavoro formidabile, riportando alla luce buona parte delle mura rimaste inglobate dal tempo, un belvedere da cui osservare tutta la vallata, a 180 gradi e più, inoltre, siamo vicini alle langhe, ai vini, ai castelli, alle cascine più famose d'Italia e a un lago.

Ma il progetto b&b nel giardino degli artisti -vi svelo il nome in super anteprima- non si ferma qua, vogliamo collaborare con tutte le realtà esistenti, dai produttori di alimentari, alle piscine, fattorie, maneggi, per offrire ai nostri ospiti il meglio, accompagnarli alla scoperta di zone famose per funghi, tartufi e percorsi antichi, abbiamo fiducia che la nostra zona, dopo l'epoca industriale, abbia lasciato tanti discorsi da approfondire, tanto da inventare e da scoprire. Abbiamo grandi progetti insomma, tra cui una biblioteca itinerante per tutta la casa, un area gioco per i bimbi in giardino, una sala relax e tanto altro ancora, la nostra casa si trasformerà in un'isola felice, in cui l'unica regola è il vivere bene, cosa ne pensate?

Ecco cosa non potete dimenticare per un in b&b MOOD:


► Un'illustrazione ad acquarello by Enry More, per portarsi a casa un pezzo di vacanza.
► Per chi vuole godersi ogni secondo della sua giornata, la doccia Aquart by SELETTI
► Quale miglior rifugio dondolati dal vento, se non la tenda sospesa by Cacoon?

Ora torno al lavoro, non esiste ferragosto che tenga, il tempo stringe e c'è ancora tanto da imbiancare, una miriade di mobili da spostare, ma l'invito è aperto, vi aspettiamo!

Tessy

1 comment:

Anonymous said...

Mi era sfuggito .....grazie per presentazione dell'abbozzo del progetto! Un luogo di fiori, colori, mobili antichi con manciate di amore, creatività, letture classiche e chiacchiere con gli amici ^_^ MEF