DIOR MOOD ▼ Haute Couture meets Interior Design ▼ II capitolo L'ARTE | meetyourMOOD

20 January 2014

DIOR MOOD ▼ Haute Couture meets Interior Design ▼ II capitolo L'ARTE

La nostra settimana con la Fashion Week di Paris continua con Christian Dior

E' un sognatore: suona il pianoforte e si circonda di personaggi come Jean Cocteau, Henri Sauguet e Christian Bérard, Max Jacob, Marcel Herrand.

Nel 1928 diventa "direttore di una galleria di quadri" al 34 di Rue de la Boétie dove passeranno le opere di numeri artisti celebri dell'epoca, o che lo diventeranno in seguito: Francis Rose, Paul Klee, Max Ernst, Otto Dix, Heinrich Campedonk, Giorgio De Chirico, Juan Mirò, Alexander Calder



Nel 1932 termina l'avventura della galleria a causa della crisi e, ospitato da Jean Ozenne, allora talentuoso disegnatore di moda, Christian Dior inizia a dedicarsi con sempre maggiore accanimento al disegno, studiando le proporzioni e la prospettiva, iniziando ben presto a vendere i propri schizzi.

Nel 1942, diventato stilista dopo essere stato modellista per Lelong, "costruisce i suoi abiti come un architetto, sceglie i colori come un pittore, e si circonda di quanti riescono meglio a mettere in risalto la sua arte, come il fotografo Milly Maywald o il disegnatore René Gruau" dedicando ai suoi amici artisti e ai grandi maestri della storia dell'arte alcuni suoi modelli.

Linee e geometrie per il MOOD Dior, segni definiti, per chi nella sua casa vuole eleganza ma con momenti di stupore. Semplicità e purezza con accenti di energia sia nelle forme che nei dettagli. Abbandono del pattern prediligendo colori pieni e decisi, quadri e illustrazioni. Ciò che è casuale sparisce!






DiorMOOD non è vestirsi Dior, è come osservi il mondo!

Su Vogue trovate tutti gli aggiornamenti della settimana Haute Couture 2014

No comments:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...