il salotto di Giorgia _PARTE3 ogni cosa al suo posto | meetyourMOOD

25 September 2013

il salotto di Giorgia _PARTE3 ogni cosa al suo posto

Buon ritorno e buona lettura!

 Ormai sappiamo tutti com'è il salotto di Giorgia ma per chi non ricordasse come l'abbiamo trovato ecco qua la pianta dello stato di fatto. 

 Mentre sulla pagina Facebook parliamo di colori e ambientazioni approfondendo gli argomenti di ieri, qua entriamo nel vivo del progetto specificando le richieste espresse da Giorgia, Giacomo e Davide per quanto riguarda la fruibilità dello spazio e le loro abitudini, individuando quindi tutti quegli elementi che ci hanno aiutate a identificare le relazione e costruire la pianta.

 Cominciamo: all'ingresso hanno bisogno di un posto per appoggiare le scarpe, vita frenetica e tante cose da fare non danno tempo per pensarci troppo; la scala è troppo imponente e in vista, ha stancato, ma è necessaria; Luna, il cagnolino, ha bisogno di un angolo apposta per sè, il tavolo è indispensabile per le frequenti cene tra amici

In questo caso abbiamo dato a Giorgia tre opzioni di pianta che rispondessero alle indicazioni che ci ha fornito e che fossero gradualmente più incisive. Partendo da una semplificazione dello spazio, abbiamo cominciato nella prima pianta risolvendo le principali problematiche senza effettuare ulteriori modifiche funzionali, per concludere, nell'ultima pianta presentata, con un totale rivoluzionamento sia della pianta che dei prospetti allo scopo di identificare nuove situazioni.




⨺ Ogni opzione ha le sue prerogative: nella prima i cambiamenti sono limitati ma i percorsi risultano alleggeriti dalla creazione di una zona centrale libera, ottenuta avvicinando alle pareti il tavolo e il mobile tv, al quale abbiamo tolto una piccola parte; le casse per la legna risultano minimamente nascoste dalla disposizione dei divani.

⨺ In tutti i casi, per andare incontro alla necessità di una scarpiera in entrata/uscita abbiamo posto in prossimità dell'ingresso un elemento sotto il quale potessero essere posizionate le scarpe. Questa variante ci ha consentito di accontentare altre priorità: ridurre l'imponenza della scala e la nostra voglia di portare in prima linea la madia in legno. 

⨺ Nella seconda opzione c'è stato uno sviluppo della precedente, limitando ulteriormente le dimensioni del mobile tv, caratterizzando la zona pranzo e articolando la zona relax posizionando le casse per la legna dietro il divano a parete e completando il disegno con mensole.
Il problema scala è stato considerato individuandone la causa nel "soffocamento" generale della parte centrale che rendeva l'elemento molto più incombente. E chi indovina cosa sta al posto del punto interrogativo?

⨺ Nell'ultimo disegno si è cercata un'ulteriore semplificazione della pianta proponendo la rotazione delle funzioni verso destra e la sostituzione del tavolo in legno in maniera tale da creare un ingresso molto aperto e, sulla parete di sinistra, un disegno a parete costituito da lunghe mensole in dialogo con la madia.


Secondo voi quale sarà stata la loro scelta?
vi diamo un aiuto: non ci hanno dovuto pensare neanche un secondo!

Ci vediamo domani per scoprirlo!

No comments: