meetyourMOOD

29 giugno 2016

SUCCULENTS AND FRIENDS é un MOOD!

Cactus e piante in tutta la casa, ma attenzione a dove mettete i piedi!


Hello MOODers !
Dopo la Finlandia, Lilac Grey di Giugno si trasforma in Succulents and friends MOOD 

Caratteristiche. E' un MOOD genuino, legato alla natura e alla quiete del quotidiano. Come le piante grasse lo spazio è lento, composto, sfumato. Difficile soffermarsi sui dettagli, l'ambiente è uno ed è fatto per inglobare in un'atmosfera ovattata e rilassante. Le pareti sono bianche, le superfici in legno chiaro con sfumature di grigio, i tessili e gli accessori riprendono il Lilac grey insieme all'azzurro polvere.


MOOD. SUCCULENTS AND FRIENDS

Font. Amatic SC

Per chi. Come me, non può fare a meno di circondarsi di piante grasse dalle mille facce, per chi ha tutta la pazienza del mondo nel vederle crescere, anno dopo anno, chi ne comprende il ritmo e, forse, ogni tanto, ha anche la fortuna di vederle fiorire, di quei fiori meravigliosi e coloratissimi che solo loro hanno.
Sono persone che camminano scalze sul parquet in legno chiaro e che vanno a correre sulla spiaggia la mattina, prestissimo, prima di andare a lavoro, senza follia, ma con la pace dei sensi.
  Pollice verde? Importante sì, ma non indispensabile! Basta non stressarle e le piante grasse danno tantissime soddisfazioni!



Non dimenticare. Succulents and friends ovunque vuoi! Tanto si sa, depurano l'ambiente e lo rendono più piacevole, con semplicità.
 

Un saluto a piedi nudi,
Tessy 


27 giugno 2016

WELCOME TO FINLAND! è un MOOD

perfetto per chi ama la giusta misura

Viaggiare riesce a farti cambiare prospettiva, e per una progettista d'interni il cambio di prospettiva è vitale.
Così sono tornata dalla Finlandia ancora più innamorata del design italiano (come ho raccontato qui) ed estremamente affascinata dai finlandesi e dal loro rapporto con tutto ciò che li circonda.
Welcome to Finland! è un MOOD essenziale e minimale, che si porta dentro tutta la forza della natura e fa della natura il suo principio motore.
Una casa Welcome to Finland! MOOD è una casa che si adatta all'ambiente esterno, è una casa mutevole, ma essenziale.
C'è tutto ciò di cui si ha necessità e niente di più: la giusta misura è ciò che ho visto in Finlandia, e deve essere imprescindibile in una casa in MOOD Welcome to Finland!

▽ Lampade a sospensione Café Basic by Jenni Roininen for Nikari ▽
▽ Portacandele Kivi by Heikki Orvola for Iittala ▽
▽ Stool by Alvar Aalto for Artek ▽
▽ Stufa a pellet Glenda Wi-Fi by Gruppo La nordica - Extraflame ▽

Per la MOODboard Welcome to Finland! ho seguito la natura: il legno e il fuoco sono i principi che mi hanno guidato. 
L'ambiente che ne risulta è leggero e luminoso; con il giusto accostamento dei colori, mai troppo saturi, potrete avere una casa dal MOOD caldo in inverno e fresco d'estate.
Chi ama lo stile finlandese, potrà inserire all'interno oggetti made in Finland, ma non solo: accanto allo sgabello di Alvar Aalto e ai vetri di Iittala, è perfetta una stufa a pellet tutta italiana, calda d'inverno e bella d'estate.
Glenda wi-fi del Gruppo La nordica - Extraflame è una stufa a pellet ermetica, un prodotto stagno rispetto all’ambiente d’installazione, ideale per le case passive perché non preleva l'aria presente all'interno delle abitazioni.
Mi sono innamorata di lei quando ho scoperto la tecnologia wi-fi che permette, in presenza di una connessione ad internet, di monitorare e gestire la stufa quando si è fuori casa, tramite uno smartphone e l’applicazione Extraflame Total Control.
L’unione tra questo innovativo apparecchio e l’applicazione coniuga in modo perfetto prestazioni e comodità, a cui poi si aggiunge anche la funzione Comfort che, in caso di necessità, riduce la velocità del ventilatore per migliorare ulteriormente il già ottimo livello acustico. 
Tecnologia a servizio della persona e design minimale a servizio dell'estetica della casa.
Insomma, non vedrete l'ora che arrivi l'inverno per poterla ammirare accesa.
Per un MOOD minimale come Welcome to Finland, la stufa dev'essere bianca: nel catalogo La nordica-Extraflame ne esistono moltissime, sia a legna sia a pellet. 
Inoltre, l'azienda ha sviluppato una nuova linea di prodotti a pellet con caratteristiche ancora più evolute: si chiama appunto, Evolution Line (sul sito maggiori informazioni).

Vi invito dunque a dare un'occhiata!


Glenda wi-fi - stufa a pellet
Flò - stufa a legna
Mietta - stufa a pellet

Buona settimana,

Carlotta


| articolo scritto in collaborazione con La nordica - Extraflame |


20 giugno 2016

#WEBLOGsaloni - perché Ventura Lambrate è sempre Ventura Lambrate


Quanti mesi di ritardo abbiamo?
Due!
Ah ok...il giusto.

Ebbene sì, con due mesi di ritardo noi parliamo di Fuorisalone e #WEBLOGsaloni, perché queste foto di Davide non potevamo di certo tenerle per noi.
Amiamo Ventura Lambrate! Lo sapete tutti ormai: è internazionale, è giovane, è collaborativo. È esattamente come dovrebbe essere ogni luogo di aggregazione dedicato al design.
Quindi vi lasciamo così: con una carrellata di belle immagini e una sensazione di freschezza, perfetta per questa giornata che sembra finalmente al profumo d'estate.


Atelier Zelij - Francia



Pieke Bergmans - Olanda


Buona settimana,

Carlotta e Tessy

18 giugno 2016

Passeggiando sulle acque del Lago d'Iseo

con Christo e Jeanne-Claude


Non so dove vorreste essere voi in questo momento, ma so perfettamente dove vorrei essere io: vorrei essere a 275 km da qui, sul lago d'Iseo dove ha finalmente aperto i battenti The Floating Piers, l'opera di land art dell'artista bulgaro americano Christo e della sua compagna Jeanne-Claude.

Per 16 giorni, da oggi fino al 3 luglio, il lago di Iseo sarà percorribile a piedi 24 ore su 24 su una passerella fluttuante che si muove al ritmo delle onde. L'artista consiglia di muoversi scalzi, per godere dell'esperienza a 360°. 
Christo e Jeanne-Claude hanno progettato l'opera nel 1970 e oggi è solo Christo a metterla in atto, dopo la morte di Jeanne-Claude nel 2009.
220000 cubi di polietilene formano la passerella, rivestiti da un tessuto giallo dalia, che diventa arancione se bagnato dall'acqua.



Tutti i visitatori potranno passeggiare gratuitamente su The Floating Piers da Sulzano a Monte Isola e fino all'isola di San Paolo.
L'artista ha presentato l'opera così: Camminerete sulle acque, meglio se verrete senza scarpe...sarà una passeggiata di tre km, sentirete le onde sotto i piedi. La passerella sarà riciclabile: finiti i 16 giorni sarà distrutta. E alla domanda Ma quindi non rimane niente? L'artista ha risposto: Rimarrà nei vostri cuori. Come ogni nostro progetto, The Floating Piers è gratuita e accessibile 24 ore su 24, meteo permettendo. Non ci sono biglietti, nessuna apertura, nessuna prenotazione e nessun proprietario. The Floating Piers sono un'estensione della strada e appartengono a chiunque. L'opera, come ogni altra installazione di Christo e Jeanne-Claude, è completamente finanziata dalla vendita dei lavori preparatori di Christo e dalle sue opere degli anni '50 e '60.


Non in molti sanno che The floating Piers non è la prima opera in Italia di Christo e Jeanne-Claude, ma arriva dopo Wrapped Fountain and Wrapped Medieval Tower a Spoleto, nel 1968; Wrapped Monuments a Milano, nel 1970 e Wrapped Wall a Roma, nel 1973.
Christo e Jeanne-Claude operano in tutto il mondo dal 1961 e ogni loro opera ha avuto un forte impatto visivo sull'ambiente; ma un impatto temporaneo, pronto a farsi da parte dopo il giusto tempo. Il comune denominatore del loro lavoro è il tessuto, è la temporaneità del materiale, e di conseguenza la temporaneità e l'urgenza dell'opera d'arte.
Come disse Jeanne-Claude qualche anno fa: Se qualcuno ti dicesse di guardare l'arcobaleno, non risponderesti "Lo guardo domani". Questa è l'urgenza dell'opera d'arte.

Buon weekend,
un abbraccio,

Carlotta

15 giugno 2016

TUTTI FRUITY è un MOOD

per chi ama il design italiano!

Siamo tornate dalla Finlandia da tempo ormai, e io non riesco a non pensare a una cosa: tutti amano il design italiano!
Da italiana a volte sottovaluto tutto ciò a cui i miei occhi sono abituati. Viviamo in un Paese meraviglioso, e talvolta sono gli stranieri a dovercelo ricordare. Così, tra le tante altre cose, il viaggio in Finlandia mi ha fatto ricordare tutta la bellezza di cui la nostra penisola è ricca.
Il design italiano è sulla bocca di tutti, in Europa e probabilmente anche oltre oceano.
Tutti parlano del bel Paese, del mare, degli scorci, del cibo e anche della genialità del design italiano.
Così, ho voluto dedicare la mia prima MOODboard post Finlandia all'Italia.
Tutti fruity è un MOOD colorato, che fa pensare all'estate, è un MOOD perfetto per una giovane coppia: immagino una casa sempre piena di amici, di feste e chiacchiere notturne.
La musica che si ascolta è ritmata, una di quelle melodie che non ci permettono di stare fermi.
L'aperitivo è il momento in cui la casa si anima, di persone e di musica: la radio si accende e tutto sembra prendere vita.

▽ Lampada Egg of Columbus by Valentina Carretta for Seletti ▽
▽ Frutta by Bitossi Home ▽
▽ Cubo by Richard Sapper for Brionvega ▽

E così tre pezzi di design italiano, provenienti da epoche completamente diverse, si uniscono in una casa tutti fruity, fresca come il gelato, e ci raccontano un po' di storia.
Seletti nasce nel 1964 a Mantova e in questi anni ha prodotto collezioni che sono entrate a far parte della storia del design italiano, incoraggiando la creatività e sostenendo progetti non ordinari.
La storia di Brionvega, invece, inizia nel 1945 e trova in Cubo uno dei momenti migliori. Oggi Radio.cubo è stata riproposta in una versione supermoderna, con schermo digitale e bluetooth integrato: dagli anni '60 con amore.
In una casa tutti fruity non può mancare la frutta ovviamente: attenendomi al design italiano, ho pescato queste due candele dal catalogo Bitossi Home, azienda toscana nata nel 2007.
Insomma, in una casa tutti fruity MOOD non si può non stare bene: immagino già un buon aperitivo a suon di musica, sorseggiando un buon aperitivo: tutto questo per dirvi che l'ultimo giorno del mese, per la mia rubrica meetTHEicon, vi parlerò proprio di aperitivo made in Italy!

Stay tuned!
un abbraccio,

Carlotta 




14 giugno 2016

Passeggiando per Londra #3 incontriamo Herzog & de Meuron

e il nuovo progetto per la Tate modern



 Udite udite MOODers!

Questo mese la rubrica Passeggiando esplode! Dopo l'inaugurazione del Serpentine Pavilion, oggi sempre in diretta da Londra, parliamo di un altro progetto che ormai è sulla bocca di tutti: la New Tate Modern a cura degli Architetti Herzog & de Meuron.

Un altro della mia top list delle gallerie d'arte imperdibili a Londra, soprattutto la sera tardi, con vista sul Tamigi e spazi immensi in cui chiacchierare, senza l'obbligo del tanto discutibile 'silenzio da museo' tipico di altri luoghi. In questo spazio l'arte si respira prima ancora di varcare la soglia, per poi perdercisi.

Breve storia. La prima Tate Modern  aprì nel 2000 sull'edificio industriale di una ex centrale elettrica di Giles Gilbert Scott, chiusa nel 1981 e reinventata, #upcycled, su progetto degli architetti Herzog & de Meuron che, nel 1995, vinsero il concorso con un design semplice, con la proposta di reinventare l'attuale edificio, invece di demolirlo.

2016. Dopo il successo del primo edificio, Herzog & de Meuron sono stati invitati a seguire il progetto per l'espansione dell'ala Sud che metterà a disposizione un nuovo spazio espositivo per la galleria, oltre a nuovi spazi sotterranei per performance artistiche, installazioni d'arte e nuovi spazi sociali. L'estensione è stata nominata the Switch House, in quanto le nuove gallerie sono state costruite attorno a parte della ex stazione elettrica sotterranea che occupa ancora il sito.



Il progetto. Herzog & de Meuron + Vogt Landscape Architects + Jasper Morrison. La struttura si trova sui tre serbatoi di petrolio interrati che Herzog & de Meuron avevano convertito nel 2012 in spazi per la visualizzazione di installazioni e performance. Una torre di 10 piani di 64,5 metri di altezza con superfici sfaccettate, mattoni forati, finestre sottili che formano righe orizzontali, e una terrazza sopraelevata. Materiali e volumi a confronto tra il vecchio e il nuovo.





L'inaugurazione. 17.06.2016 Tate Modern, Bankside, Londra, SE1 9TG. Per conoscere tutti gli eventi del weekend, rigorosamente free, consultate il link, tate.org.uk/opening-weekend, io non so ancora cosa farò ma ci sarò! Aggiornatemi!


Fotografie. Iwan Baan

Un saluto e un bacio,
Tessy





10 giugno 2016

WELCOME TO FINLAND è un MOOD!

Un ambiente minimale ed essenziale, per lasciar spazio alle idee.

There is only one responsibility -- beauty. 
There is only one reality -- a dream. 
There is only one strength -- love.

Armi Ratia
Marimekko Founder  

Hello MOODers !
Si siamo andate in Finlandia e no, non ce ne siamo dimenticate, anzi a brevissimo vi spiegheremo nel dettaglio la latitanza sul tema ma per ora tutto bolle nella pentola di #WEBLOG, per cui mantengo il silenzio!

Di quel meraviglioso Paese però mi sono portata dietro l'armonia, la bellezza e la semplicità.

I finlandesi sono un popolo colto, curioso, abituato a trascorrere molta parte dell'anno al chiuso.  Hanno sviluppato un modo di vivere in cui lo studio e la manualità li hanno portati ad essere poeti in termini di design e artigianato. Studiano i materiali, ne analizzarne le opportunità, in termini di funzione e rendimento, adattano le forme e le plasmano in maniera organica e naturale, creano nuove idee e le realizzano con eleganza. Sono persone sagge, dalla calma forbita dei giapponesi, dalla bellezza bionda e eterea, uomini e donne.

MOOD. WELCOME TO FINLAND

Font. Nueva Std

Caratteristiche. Welcome to Finland è un MOOD essenziale, che rinuncia al superfluo, è un ambiente in cui si può prendere un respiro e pensare, senza l'ingombro degli eccessi (someone I wish I would have met in person told me, "easier to breath and think when there's not so much visual irritation". Pasi). I colori sono tinte naturali e materiche, sui toni del Lilac Grey di questo mese. I materiali sono ruvidi, ecologici e sostenibili, perchè niente può esistere se non si pensa all'ambiente e i finlandesi prendono questo concetto alla lettera.

Per chi. Desidera una casa funzionale e armonica, per chi pensa alle conseguenze dei piccoli gesti, per chi la mattina per andara a lavorare sceglie la bicicletta perchè da il ritmo giusto alla giornata, non perchè il giorno prima ha mangiato una porzione in più di lasagne. E' una persona che ha trovato il giusto equilibrio e così, fluttuando, affronta la vita.

Non dimenticare. I volumi sono l'essenza del MOOD, il gioco di tonalità consente di trasformare l'ambiente con delle pennellate all'infinito, ma bisogna sapere come relazionarsi con le superfici, i pieni e i vuoti, sono concetti che possono sembrare astratti ma c'è un forte componente tecnica. Per cui, se desiderate un ambiente in Welcome to Finland MOOD dovete partire da zero, da un ambiente vuoto, o quasi, perchè la selezione e le scelte progettuali vanno prese su ogni dettaglio, dall'inizio alla fine.


Mi sono portata a casa anche Marimekko, perchè non potevo evitare e il vaso di Alvar Aalto by IIttala, ma non basta, voglio tornare e presto, magari in inverno!

Vi terrò aggiornati,
un abbraccio,
Tessy
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...